Articoli con tag ‘GIVEN bike design’

Given “Vrs01”

L’unica nostra piccola eccezione alle moto sono le biciclette…. Questa nelle foto è una bici che abbiamo fatto per divertimento e per necessità interne. Ci piaceva l’idea di avere una bici veloce e scattante, impostata e stilosa.
Abbiamo scartato lo scatto fisso ma abbiamo tenuto la linea stilistica delle bici con questo tipo di trasmissione. Il tutto farcito ed accompagnato da componenti di alto livello e look da urban fight!

GIVEN “Karim”

KARIM è una piccola MTB da 24″, telaio in alluminio e forcella in Cromo Molibdeno entrambi galvanizzati con bagno in oro e con grafiche ad hoc.

Velocitalia Honda Sportlite

logo velocitaliaLa SportLite ha origine da una base Cinelli "sentiero", il telaio e' stato portato a nudo dalla vernice (operazione complicatissima, complimenti alla Cinelli per le sue verniciature) e poi cromato.

5 marce molto lunghe e ruote a razze ne fanno un perfetto oggetto da città .

E' un prototipo nato per ricerca nel 1990, le ruote utilizzate sono in alluminio della Grimeca, un prodotto tanto bello quanto complicato da utilizzare, il loro peso e la loro delicatezza rendono la bici un oggetto difficile ma altamente soddisfacente da utilizzare.

 

Velocitalia Sportlite 2 Velocitalia Sportlite Velocitalia Sportlite 1

Velocitalia Amix

 

logo velocitalia Amix è una bici dalle forme classiche e tradizionali, ma dalla tecnologia attualissima. Nata per l’utilizzo di tutti i giorni, pensa innanzitutto al confort ed alle prestazioni della pedalata, adotta quindi una trasmissione ad albero cardanico, che ha l’enorme vantaggio di non richiedere manutenzione e paracatena, in modo da non sporcare o rovinare i pantaloni in nessun modo.

Il telaio inoltre è realizzato in tecnologia composita con giunzioni e tubi, proprio come le bici di una volta, permettendo così la massima modularità  progettuale ed al tempo stesso una producibilità  “tailor made”, con quote geometriche quindi create su misura per il cliente.

La bici è caratterizzata dall’estrema cura dei dettagli e da una notevole pulizia di disegno.

Le sue forme eleganti ed il suo design ricercato però non trascendono dall’usabilità , Amix ha quindi parafanghi in fibra di carbonio, molto protettivi che le consentono di viaggiare con comodità  anche con la strada bagnata.

Cambio nel mozzo a 7/8 rapporti, freno anteriore a disco idraulico e posteriore a retro pedalata completano il quadro tecnico, con piena soddisfazione sia dello sportivo che del ciclista elegante.

 

Paton PG 500 RR

paton logo

“Soli contro tutti, a dispetto di chi, con la scusa della passione per le moto avvantaggia il proprio conto in banca. La tenacia e l’abilità  di chi, nonostante tutto, riesce a mettere ancora in pista una 500 artigianale.”
Vanni Spinoni

La Paton è questo, passione e tenacia; la sfida di creare qualcosa di estremamente competitivo dando sfogo a tutte le proprio risorse, sia meccaniche che di uomini e di mezzi, è¨ l’estrema cura del dettaglio e l’occhio attento di chi fa le cose fatte con calma e con dedizione.

La Paton oggi vuole riportare sulla scena delle piste la PG500RR, ma non nello scenario delle competizioni, bensì in quello degli appassionati che vogliano un mezzo veramente estremo per divertirsi in pista. Una 500 due tempi quattro cilindri con più di 170 cavalli ed un temperamento rabbioso è qualcosa di molto lontano dall’immaginario di oggi, qualcosa di molto indietro e troppo avanti, qualcosa che non esiste neanche nei sogni, neanche in quelli da più di 70mila euro…

Per questo l’aspetto estetico di un simile oggetto è una cosa estremamente delicata, da tutti i punti di vista.

Attualmente (la moto è ancora in fase iniziale di sviluppo) si propende verso una soluzione molto tradizionale, che conservi al massimo le forme originali, ma che denoti sicuramente una cura nei dettagli degni di un oggetto simile. Ecco che i “dettagli” assumono un’altra valenza rispetto a quella di solito usata nell’ambito della progettazione motociclistica. I dettagli in questo caso sono un qualcosa che non tolga nulla in ambito di performance e di memoria storica, ma “solo” aggiungano nell’ambito della esaltazione “grafica” dei contenuti.

Ecco che la Paton PG500RR veste una carena dalle forme tipicamente dell’epoca inizio 2000, ma con una grafica che evochi i classici della tradizione storica Paton, i temuti bicilindrici quattro tempi dei fine anni sessanta.

 

Velocitalia Carrobasso

 

logo velocitaliaCarrobasso è una bici creata per il nostro marchio “Velocitalia”, una bici nata dalla precisa esigenza di realizzare un mezzo veloce, performante e fascinoso.

E’ un prototipo che ha tra le sue caratteristiche l’estrema eleganza dello stile, ma le performances tipiche di una moderna bici da città .

E’ la bici per il ciclista appassionato che ha già  in garage la specialissima da 8kg e la MTB full suspended, ma vuole usare una bicicletta per girare in città  o in campagna che non sia troppo impegnativa, ma al tempo stesso sia elegante e gli garantisca prestazioni simili a quelle delle sue amate parcheggiate in garage.

Un mezzo che è possibile lasciare per strada, fatto di robusto acciaio e componenti di provata affidabilità .

Caratteristiche salienti:
1] Alta tecnologicità
2] Alte performances
3] Basso prezzo d’acquisto
4] Materiali durevoli
5) Facile reperibilità  ricambi/accessori

 

P/E Ermanno Scervino

 

logo velocitaliaLa nostra “Primavera/Estate” è un concept di bicicletta da città  destinata ad un pubblico femminile di alta gamma.

E’ stato creato per un noto brand di moda e ne rispecchia le caratteristiche di stile, ma a differenza dalle altre operazioni di branding ciclistico, non è un rimaneggiamento di un prodotto esistente con “sole” finiture di lusso, ma è un prodotto appositamente concepito con criteri di sviluppo volti alla realizzazione di un oggetto dalle forti caratteristiche di comodità  e di facilità  di uso.

Quindi la “Primavera/Estate” è una bicicletta semplice e leggera, ma pratica perché ha un cambio integrato nel mozzo che può essere utilizzato anche a bici ferma, quindi con una cambiata estremamente pratica e semplice.

Le ruote invece sono orientate alla caratterizzazione formale della bici e quindi hanno dei cerchi a 144 raggi radiali cromati, una forte nota di eleganza che caratterizza tutta la bicicletta. Il resto quindi è volutamente sobrio per non creare un oggetto troppo appariscente, ma elegante nel suo interno, nella sua essenza femminile.